Aree Tematiche

Rimb. tassa regionale per il diritto allo studio Univ.

Restituzione tassa regionale per il diritto allo studio universitario aa.aa. 2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018. Decreti Dirigenziali 5-7-18 anno 2019

Si rende noto che con Decreti Dirigenziali n. 5/2019, 7/2019 e 18/2019 si è provveduto alla restituzione della tassa regionale per il diritto allo studio universitario aa.aa. 2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018 in favore di 156 studenti riportati nella tabella allegata.

Per gli studenti per i quali è indicata come modalità di pagamento “IBAN” l’accredito è avvenuto sul c/c indicato nell’istanza, mentre per coloro che hanno come modalità di pagamento "Quietanza" sarà a breve possibile recarsi per il ritiro in contanti presso la sede di Intesa San Paolo in Via del Forno Vecchio 36 a Napoli. Gli interessati saranno avvisati a mezzo mail della data a decorrere dalla quale è possibile la riscossione.

Nelle note sono riportati i casi in cui il pagamento è stato disposto per quietanza a causa di errore rilevato nel codice IBAN comunicato dagli studenti.

Sono in corso le operazioni di verifica e pagamento di ulteriori studenti che hanno presentato istanza.

 

Restituzione tassa regionale per il diritto allo studio universitario aa.aa. 2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018.

Si rende noto che con Decreti Dirigenziali n. 434/2018, 435/2018, 758/2018, 761/2018, 5/2019 e 7/2019 si è provveduto alla restituzione della tassa regionale per il diritto allo studio universitario aa.aa. 2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018 in favore di 933 studenti riportati nella tabella allegata.

Per gli studenti per i quali è indicata come modalità di pagamento “IBAN” l’accredito è avvenuto sul c/c indicato nell’istanza, mentre per coloro che hanno come modalità di pagamento "Quietanza" sarà a breve possibile recarsi per il ritiro in contanti presso la sede di Intesa San Paolo in Via del Forno Vecchio 36 a Napoli. Gli interessati saranno avvisati a mezzo mail della data a decorrere dalla quale è possibile la riscossione.

Nelle note sono riportati i casi in cui il pagamento è stato disposto per quietanza a causa di errore rilevato nel codice IBAN comunicato dagli studenti.

 

 

Sono in corso le operazioni di verifica e pagamento di ulteriori studenti che hanno presentato istanza.

Tassa regionale per il diritto allo studio universitario.
 Restituzione per motivazioni diverse dall’idoneità al concorso per borse di studio
 Restituzione in favore di studenti residenti nei comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno (L.R. 41/2018)
 Restituzione maggiore importo versato a seguito di aggiornamento valore ISEE.

Nel mese di febbraio 2019, nella sezione “Servizi online”, sarà attivato apposito modulo online per inoltrare all’Adisurc la richiesta di rimborso tassa regionale per motivazioni diverse dall’idoneità al concorso per borse di studio. Il servizio va utilizzato nei seguenti casi in cui occorre richiedere il rimborso della tassa regionale per motivazioni diverse dall’idoneità al concorso annuale per borse di studio, posti alloggio e contributi per mobilità internazionale (in quest’ultimo caso il rimborso avviene in automatico insieme alla borsa di studio):
 Trasferimento ad altro ateneo
 Rinuncia agli studi
 Mancata iscrizione all’a.a. per il quale si chiede rimborso
 Laurea nell’a.a. precedente
 Errato doppio pagamento
Si forniscono di seguito alcune note utili per la compilazione:
a) Il rimborso non spetta se sei uno studente portatore di handicap.
b) Il rimborso non spetta se appartieni alla categoria di soggetti di cui all’articolo 30 della legge 30 marzo 1971, n. 118 (Conversione in legge del decreto-legge 30 gennaio 1971, n. 5 e nuove norme in favore dei mutilati ed invalidi civili), in quanto è stato abrogato l’art. 38, comma 8 bis, della L.R. 21/2002, che prevedeva l’esonero in favore dei mutilati ed invalidi civili che appartengono a famiglie di disagiata condizione economica e che abbiano subìto una diminuzione superiore ai due terzi della capacità lavorativa ed ai figli dei beneficiari della pensione di inabilità.
c) Il rimborso non spetta se sei figlio/a di “vittime del dovere”.
d) Il rimborso non spetta se hai interrotto la carriera per maternità.
e) Il rimborso non spetta nel caso in cui tu abbia conseguito la laurea entro i termini legali.
f) Il rimborso spetta nel caso in cui tu abbia conseguito la laurea nella sessione straordinaria dell’a.a. precedente rispetto a quello per il quale chiedi rimborso, senza che ti sia iscritto ad un corso di livello superiore per l’a.a. per il quale chiedi rimborso.
g) Nel caso di rimborso per errato doppio pagamento devi allegare le ricevute di entrambi i pagamenti effettuati.
I tempi del rimborso sono variabili da 30 a 180 giorni, in dipendenza dei tempi di riscontro degli atenei – amministrazioni certificanti – e del carico lavorativo degli uffici.
Per gli studenti residenti nei comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno, che hanno versato la tassa per il diritto allo studio universitario per gli aa.aa. 2017/2018 e 2018/2019, nonché per gli studenti che per l’a.a. 2018/2019 hanno diritto alla restituzione del maggio importo versato di € 20,00 oppure € 40,00, sulla base del possesso di attestazione ISEE con valore compreso nelle fasce di agevolazione, le operazioni di restituzione da parte dell’Adisurc avverranno in automatico al termine della verifica con gli atenei, ai quali è stato richiesto di avere l’elenco nominativo degli aventi diritto e degli importi versati.
La verifica viene effettuata presso gli atenei in quanto il versamento della tassa, ancorchè tributo regionale, avviene all’atto dell’iscrizione al corso di laurea unitamente alle tasse universitarie.
Tali studenti non sono obbligati a compilare il modulo online, ma hanno la facoltà di farlo se desiderano che il pagamento avvenga con accredito sul proprio IBAN. Si ricorda che il codice IBAN deve corrispondere ad un conto corrente bancario o postale aperto in Italia o ad altro strumento di pagamento elettronico prescelto, con associato codice IBAN, intestato o co-intestato allo studente.
In caso di assenza del codice IBAN il pagamento sarà disposto in circolarità, cioè con ritiro in contanti presso la filiale del Banco Intesa San Paolo di Via Del Forno Vecchio n. 36 a Napoli.

Condividi

Rimb. tassa regionale per il diritto allo studio Univ. - Azienda per il Diritto allo Studio Universitario della Regione Campania

Aree Tematiche

Rimb. tassa regionale per il diritto allo studio Univ.

Restituzione tassa regionale per il diritto allo studio universitario aa.aa. 2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018. Decreti Dirigenziali 5-7-18 anno 2019

Si rende noto che con Decreti Dirigenziali n. 5/2019, 7/2019 e 18/2019 si è provveduto alla restituzione della tassa regionale per il diritto allo studio universitario aa.aa. 2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018 in favore di 156 studenti riportati nella tabella allegata.

Per gli studenti per i quali è indicata come modalità di pagamento “IBAN” l’accredito è avvenuto sul c/c indicato nell’istanza, mentre per coloro che hanno come modalità di pagamento "Quietanza" sarà a breve possibile recarsi per il ritiro in contanti presso la sede di Intesa San Paolo in Via del Forno Vecchio 36 a Napoli. Gli interessati saranno avvisati a mezzo mail della data a decorrere dalla quale è possibile la riscossione.

Nelle note sono riportati i casi in cui il pagamento è stato disposto per quietanza a causa di errore rilevato nel codice IBAN comunicato dagli studenti.

Sono in corso le operazioni di verifica e pagamento di ulteriori studenti che hanno presentato istanza.

 

Restituzione tassa regionale per il diritto allo studio universitario aa.aa. 2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018.

Si rende noto che con Decreti Dirigenziali n. 434/2018, 435/2018, 758/2018, 761/2018, 5/2019 e 7/2019 si è provveduto alla restituzione della tassa regionale per il diritto allo studio universitario aa.aa. 2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018 in favore di 933 studenti riportati nella tabella allegata.

Per gli studenti per i quali è indicata come modalità di pagamento “IBAN” l’accredito è avvenuto sul c/c indicato nell’istanza, mentre per coloro che hanno come modalità di pagamento "Quietanza" sarà a breve possibile recarsi per il ritiro in contanti presso la sede di Intesa San Paolo in Via del Forno Vecchio 36 a Napoli. Gli interessati saranno avvisati a mezzo mail della data a decorrere dalla quale è possibile la riscossione.

Nelle note sono riportati i casi in cui il pagamento è stato disposto per quietanza a causa di errore rilevato nel codice IBAN comunicato dagli studenti.

 

 

Sono in corso le operazioni di verifica e pagamento di ulteriori studenti che hanno presentato istanza.

Tassa regionale per il diritto allo studio universitario.
 Restituzione per motivazioni diverse dall’idoneità al concorso per borse di studio
 Restituzione in favore di studenti residenti nei comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno (L.R. 41/2018)
 Restituzione maggiore importo versato a seguito di aggiornamento valore ISEE.

Nel mese di febbraio 2019, nella sezione “Servizi online”, sarà attivato apposito modulo online per inoltrare all’Adisurc la richiesta di rimborso tassa regionale per motivazioni diverse dall’idoneità al concorso per borse di studio. Il servizio va utilizzato nei seguenti casi in cui occorre richiedere il rimborso della tassa regionale per motivazioni diverse dall’idoneità al concorso annuale per borse di studio, posti alloggio e contributi per mobilità internazionale (in quest’ultimo caso il rimborso avviene in automatico insieme alla borsa di studio):
 Trasferimento ad altro ateneo
 Rinuncia agli studi
 Mancata iscrizione all’a.a. per il quale si chiede rimborso
 Laurea nell’a.a. precedente
 Errato doppio pagamento
Si forniscono di seguito alcune note utili per la compilazione:
a) Il rimborso non spetta se sei uno studente portatore di handicap.
b) Il rimborso non spetta se appartieni alla categoria di soggetti di cui all’articolo 30 della legge 30 marzo 1971, n. 118 (Conversione in legge del decreto-legge 30 gennaio 1971, n. 5 e nuove norme in favore dei mutilati ed invalidi civili), in quanto è stato abrogato l’art. 38, comma 8 bis, della L.R. 21/2002, che prevedeva l’esonero in favore dei mutilati ed invalidi civili che appartengono a famiglie di disagiata condizione economica e che abbiano subìto una diminuzione superiore ai due terzi della capacità lavorativa ed ai figli dei beneficiari della pensione di inabilità.
c) Il rimborso non spetta se sei figlio/a di “vittime del dovere”.
d) Il rimborso non spetta se hai interrotto la carriera per maternità.
e) Il rimborso non spetta nel caso in cui tu abbia conseguito la laurea entro i termini legali.
f) Il rimborso spetta nel caso in cui tu abbia conseguito la laurea nella sessione straordinaria dell’a.a. precedente rispetto a quello per il quale chiedi rimborso, senza che ti sia iscritto ad un corso di livello superiore per l’a.a. per il quale chiedi rimborso.
g) Nel caso di rimborso per errato doppio pagamento devi allegare le ricevute di entrambi i pagamenti effettuati.
I tempi del rimborso sono variabili da 30 a 180 giorni, in dipendenza dei tempi di riscontro degli atenei – amministrazioni certificanti – e del carico lavorativo degli uffici.
Per gli studenti residenti nei comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno, che hanno versato la tassa per il diritto allo studio universitario per gli aa.aa. 2017/2018 e 2018/2019, nonché per gli studenti che per l’a.a. 2018/2019 hanno diritto alla restituzione del maggio importo versato di € 20,00 oppure € 40,00, sulla base del possesso di attestazione ISEE con valore compreso nelle fasce di agevolazione, le operazioni di restituzione da parte dell’Adisurc avverranno in automatico al termine della verifica con gli atenei, ai quali è stato richiesto di avere l’elenco nominativo degli aventi diritto e degli importi versati.
La verifica viene effettuata presso gli atenei in quanto il versamento della tassa, ancorchè tributo regionale, avviene all’atto dell’iscrizione al corso di laurea unitamente alle tasse universitarie.
Tali studenti non sono obbligati a compilare il modulo online, ma hanno la facoltà di farlo se desiderano che il pagamento avvenga con accredito sul proprio IBAN. Si ricorda che il codice IBAN deve corrispondere ad un conto corrente bancario o postale aperto in Italia o ad altro strumento di pagamento elettronico prescelto, con associato codice IBAN, intestato o co-intestato allo studente.
In caso di assenza del codice IBAN il pagamento sarà disposto in circolarità, cioè con ritiro in contanti presso la filiale del Banco Intesa San Paolo di Via Del Forno Vecchio n. 36 a Napoli.

Condividi